Hoher Kontrast Grafische Version

Pressearchiv

Bolzano - Tre primariati in più agli italiani - All’ospedale San Maurizio: Nefrologia, Trasfusionale e Anatomia patologica. Autorizzata la deroga alla suddivisione in base alla proporz

Presto verranno banditi i concorsi. Partono favoriti gli attuali reggenti: Giacon, Gentilini e Mazzoleni
L’ospedale S. Maurizio avrà presto cinque nuovi primari, che copriranno sedi vacanti. In tre casi il primariato, prima assegnato al gruppo tedesco o ladino, andrà a medici del gruppo italiano. Ieri la giunta provinciale ha dato il via libera all’intesa per i primariati di Nefrologia, Immunoematologia e Geriatria (confermato al gruppo tedesco), che si aggiungono ad Anatomia patologica e Antestesia deliberati un mese fa. Tra gennaio e febbraio verrano banditi i concorsi.
La notizia per il S. Maurizio è doppia. Da un lato c’è l’avvio delle procedure di concorso per la copertura di cinque primariati vacanti.
Dall’altro lato c’è un movimento tra i gruppi linguistici, che vede tre nuovi posti assegnati al gruppo italiano rispetto alla situazione attuale. La giunta provinciale ha accolto le richieste in questa direzione arrivate dalla direzione generale della Asl e dalla direzione di comprensorio.
Le procedure concorsuali partiranno nelle prossime settimane, anticipa il direttore del comprensorio di Bolzano Umberto Tait.
I primari facenti funzione sono tra i papabili per la nomina.
La giunta provinciale ieri, su richiesta dellÂ’assessore Richard Theiner, ha deliberato lÂ’intesa sul gruppo linguistico per tre primariati.
Il concorso per Geriatria verrà confermato per i medici del gruppo tedesco: il reparto è attualmente retto da Albert March.
Le due novità riguardano invece Nefrologia e il servizio aziendale di Immunoematologia e trasfusionale, che erano assegnati al gruppo tedesco il primo e al gruppo ladino il secondo. I concorsi verranno invece banditi per medici del gruppo italiano. Si cercano dunque i successori di Walter Huber a Nefrologia e Oswald Prinoth a Immunoematologia. I due reparti sono oggi guidati dai primari facenti funzioni Bruno Giacon e Ivo Gentilini.
Il mese scorso la giunta aveva deliberato il gruppo linguistico di riferimento per altri due primariati. E’ prevista la continuità del gruppo italiano nel servizio vacante di Anestesia e rianimazione I. E’ stata invece trasferita dal gruppo tedesco al gruppo italiano, ed è il terzo caso, l’attribuzione per Anatomia patologica. Dopo il pensionamento del primario Eduard Egarter, il servizio è retto da Guido Mazzoleni.
In Alto Adige a giugno risultavano vacanti 18 posti da primario su 122.
Altri primari lasceranno a breve l’incarico per limiti di età. Tra questi, a Bolzano, Sergio Cortellazzo, che ricopre l’importante ruolo a Ematologia e che di recente ha ottenuto la proroga di un anno.
Sui tre nuovi primariati assegnati dalla giunta provinciale al gruppo italiano questo il commento dell’assessore Christian Tommasini: «Un passo verso quella flessibilità sul gruppo linguistico nei posti apicali che spesso invochiamo per riuscire a premiare il candidato migliore per un determinato ruolo».


Quelle: Alto Adige vom 31.12.2010